Una Commemorazione, nel 2021

Solidarietà e Servizi
Grandezza Carattere

Piacenza, 12 gennaio 2021 - Causa emergenza coronavirus, la consolidata cerimonia commemorativa per ricordare le otto vittime dell'incidente del Pendolino a Piacenza, non si terrà. Questa decisione, assunta in accordo con i familiari delle vittime, non esclude, però, la possibilità di rivolgere loro un pensiero per mantenerne viva la memoria.

"Noi siamo la memoria che abbiamo e la responsabilità che ci assumiamo, senza memoria non esistiamo e senza responsabilità forse non meritiamo di esistere"

(Josè Saramago)

Come ogni anno, l'Associazione DLF Piacenza ricorda le otto vittime coinvolte nella strage ferroviaria del 12 gennaio 1997: Agatina Carbonara, Gaetano Morgese, Francesco Ardito, Pasquale Sorbo, Lorella Santone, Lidio De Santis, Carmela Landi, Cinzia Assetta.

 Pertanto il 12 gennaio 2021, l'Associazione DLF Piacenza e i familiari delle vittime depositeranno corone di fiori sul monumento ad esse dedicato, in un simbolico gesto di condivisione con tutti gli Enti e gli organi istituzionali, che sempre sono stati presenti in questa ricorrenza a rappresentare la propria vicinanza e solidarietà.

 

IL FATTO. Il 12 gennaio del 1997 alle ore 13.26, il Pendolino ETR 460 n. 29, “Botticelli”, che percorreva la tratta Milano-Roma, deragliò all'ingresso della stazione di Piacenza; nell'incidente morirono otto persone: i due macchinisti in servizio, due agenti della Polfer, una hostess e tre passeggeri. Rimasero feriti 29 passeggeri. A bordo del treno si trovava anche il senatore a vita Francesco Cossiga, ex presidente della Repubblica, che uscì illeso dall'incidente.

IL PROCESSO. Per la tragedia del Pendolino erano imputati 25 funzionari delle Ferrovie, l'accusa aveva chiesto 11 condanne (dai 2 anni e due mesi ai 4 anni e mezzo) e 14 assoluzioni. Il processo iniziò l'8 febbraio del 2000. Reato ipotizzato: omicidio colposo plurimo. L'inchiesta aveva coinvolto anche i vertici delle Ferrovie dello Stato, poi prosciolti su richiesta dello stesso pm prima del processo.

LA SENTENZA. Sono stati tutti assolti dal Tribunale di Piacenza, con la formula “per non aver commesso il fatto” i 25 dirigenti e i funzionari delle FS imputati di omicidio colposo plurimo, lesioni colpose e disastro ferroviario colposo. La sentenza è stata emessa il 6 marzo 2001 dopo quattro ore di camera di consiglio. Sono stati dunque ritenuti responsabili solo i due macchinisti, deceduti nell'incidente.

Piacenza, incidente ferroviario del 12 gennaio 1997

 

INFORMAZIONI

Associazione DLF Piacenza

Piazzale Marconi 32, 29121 Piacenza
Tel. 0523 338069 Fax 0523 338069
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
facebook DLF - Dopolavoro Ferroviario Piacenza

  • Presidente DLF Piacenza: Bernardo Clemente 347 4090123 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.